+39 035 346525 / +39 035 4534134 info@cometapress.it

Domenica il Giro d’Italia numero 100 è arrivato nella Città dei Mille, per poi ripartire, martedì, da Rovetta. Una cornice di pubblico ha accompagnato il passaggio dei corridori per tutto il territorio orobico. Grandi numeri anche per quanto riguarda gli spettatori che davanti al proprio televisore hanno seguito la tappa di Bergamo in diretta: 15,33 % di share per la diretta su RAI 2 con oltre due milioni di spettatori. Numeri ancor più eloquenti per la sedicesima tappa Rovetta-Bormio: 22,99 % di share e gli spettatori sono stati oltre due milioni e mezzo. Le immagini delle tappe bergamasche del Giro d’Italia trasmesse in 194 nazioni.

 L’atmosfera è stata quella delle grandi occasioni. La Città dei Mille si è vestita di rosa e i bergamaschi hanno risposto presente all’appuntamento con il Giro d’Italia numero 100.
Domenica, infatti, in una cornice resa ancor più suggestiva dal grande afflusso di pubblico non solo per le strade del centro, ma in tutti i comuni interessati dal passaggio della corsa, è andata in scena la quindicesima tappa della Corsa Rosa, Valdengo-Bergamo di 199 chilometri.
Al termine di una gara corsa a ritmi infernali, il gruppetto dei migliori si è presentato, compatto, al traguardo nel centro della città, dove il più veloce è stato Bob Jungels, l’atleta del team Quick Step-Floors che veste la maglia bianca, leader della classifica dei giovani. Dopo il giorno di riposo, la corsa è ripartita da Rovetta, martedì 23 maggio, per la tappa regina di questa edizione del Giro d’Italia, che ha visto la straordinaria vittoria di Vincenzo Nibali.

BERGAMO PROTAGONISTA
Era ampiamente prevedibile.  L’accoglienza del popolo bergamasco nei confronti della carovana rosa è stata eccezionale e, per certi versi, è andata ben oltre le aspettative.
Miragolo San Salvatore e Selvino hanno visto i propri tornanti riempirsi di appassionati che hanno atteso pazientemente il passaggio dei propri beniamini. Ancor più impressionante la quantità di persone radunate sulla Boccola, la ripida e stretta salita verso la Città Alta.
Di questo entusiasmo si è fatto primo portavoce Giovanni Bettineschi, presidente del comitato tappa locale Promoeventi Sport, che ha dichiarato:

«Siamo estremamente soddisfatti di questa tre giorni in terra bergamasca e questo premia il lavoro fatto dal nostro staff e soprattutto dalle decine dei volontari che hanno contribuito alla buona riuscita della manifestazione».

La quindicesima e la sedicesima tappa sono state, dunque, una vetrina eccezionale per la Città dei Mille e per il suo territorio, che, per tre giorni interi, sono stati protagonisti di rilievo sui televisori di tutta Italia e di tutto il mondo.

ASCOLTI MONDIALI.
Sono stati infatti ben 2.169.000 i telespettatori italiani che hanno seguito la Valdengo-Bergamo in diretta su RAI 2, facendo registrare il 15,33 % di share. Ancor più seguita la tappa successiva, Rovetta-Bormio, con 2.516.000 spettatori e il 22.99 % di share. La tappa è stata trasmessa anche dal canale satellitare Eurosport, che ha diffuso le immagini in ben 194 nazioni. Nel complesso, le emittenti che hanno seguito la tappa sono state 15: oltre alla RAI e a Eurosport (Europa, Asia, Pacifico), Equipe (Francia), RTL (Lussemburgo), NOS (Paesi Bassi), SRG SSR (Svizzera), Supersport (Sudafrica), Kwese Sports (Africa Subsahariana), FUBO.TV (USA & Canada), ESPN Sud America e ESPN Brasile, RCN e Señal Colombia (Colombia), DAZN (Giappone), Sky Sport (Nuova Zelanda).

«Anche la mattina della partenza da Rovetta l’Alta Val Seriana ha risposto con grande entusiasmo alla presenza del Giro in terra bergamasca – conclude Bettineschi dalla partenza di Rovetta– a riprova che da noi la passione per il pedale non si è mai spenta».

GRAZIE AI PARTNER.
Una festa che non sarebbe stata possibile senza il contributo delle amministrazioni locali, degli sponsor e dei partner che hanno sostenuto il comitato tappa Promoeventi Sport.

«Il bagno di folla che ha abbracciato simbolicamente la Carovana del Giro è la conferma di quanto il ciclismo sia amato nella bergamasca: una disciplina dura e faticosa che richiede, oltre a una preparazione meticolosa, anche passione e spirito di servizio verso la propria squadra commenta Paolo Franco, presidente di Uniacque Spa presente al traguardo di Bergamo valori nei quali noi bergamaschi ci riconosciamo, ed è con questa natura che Uniacque Spa è stata presente all’arrivo a Bergamo e alla partenza di Rovetta dove, con le sue casette dell’acqua, ha distribuito la stessa ottima acqua che scende dai rubinetti delle case dei bergamaschi».

L’attività di informazione e promozione di Uniacque durante le tappe bergamasche, ha previsto anche la distribuzione gratuita delle riviste informative della società pubblica che dal 2006 gestisce il servizio idrico integrato sul territorio di Bergamo e provincia, e di centinaia di borracce personalizzate.

Il comitato tappa coordinato da Promoeventi Sport ringrazia nuovamente i volontari, le amministrazioni comunali e le aziende che hanno supporto l’attività, tra cui Santini Cycling Wear, Scott Italia, Vittoria, Nastrotex, Bluemeta, Oriocenter, Lamiflex, ML Engraving, Scame, Astoria, Salice, Elvas, EffeDi Meccanotek e Lino Olmo Studio.

Foto