+39 035 346525 / +39 035 4534134 info@cometapress.it

In occasione della prossima edizione della manifestazione valtellinese, gli oltre tremila partecipanti troveranno nell’area expo di Bormio uno “stand tecnico” sponsorizzato da Banca Mediolanum dove un personal trainer e una nutrizionista sportiva dispenseranno a tutti gli iscritti consigli personalizzati e indicazioni tecniche per migliorare le proprie prestazioni in sella.

Appuntamento con la Granfondo di casa Santini domenica 11 giugno 2017 con tre itinerari che si concluderanno ai 2.758 metri del Passo dello Stelvio.

Cresce di anno in anno il richiamo della Granfondo Stelvio Santini, tra i più prestigiosi appuntamenti del calendario ciclistico amatoriale, in programma a Bormio il prossimo 11 giugno. La gara, organizzata dall’US Bormiese, sotto l’egida di Santini Cycling Wear, da quest’anno introdurrà, grazie al sostegno di Banca Mediolanum, un’iniziativa di assoluto interesse per tutti i partecipanti mettendo a disposizione di tutti gli iscritti alla Granfondo Stelvio Santini, un servizio di consulenza gratuita per migliorare la propria prestazione sportiva. 

La passione per il ciclismo prima di tutto.

Banca Mediolanum, da quindici anni sponsor del Gran Premio della Montagna al Giro d’Italia, da qualche anno ha esordito anche sul versante del ciclismo amatoriale e la  Granfondo Stelvio Santini rappresenta un momento importante per coinvolgere i tanti appassionati del pedale con molteplici iniziative finalizzate a valorizzare la relazione con la clientela.

Una consulenza personalizzata per la propria preparazione.

Verrà allestito nel villaggio di partenza una lounge con un ampio “corner ciclistico” dove un team composto da un affermato personal trainer e da una nutrizionista specializzata in alimentazione delle discipline di endurance forniranno, su appuntamento, una consulenza tecnica mirata e personalizzata, offerta da Banca Mediolanum a tutti gli iscritti che si prenoteranno fornendo loro suggerimenti e indicazioni al fine di ottimizzare la propria prestazione sui 48 tornanti dello Stelvio e, più in generale, nel proprio allenamento ordinario. 

Una foglio firma con 3.000 autografi!

Ma non finisce qui, perché la vigilia della Granfondo Stelvio Santini, tutti i concorrenti, avranno la possibilità di transitare da un vero “Foglio Firma” che Banca Mediolanum predisporrà sulla falsariga di quanto accade nelle gare dei professionisti: accanto al proprio numero di pettorale è ricavato lo spazio per l’autografo di partenza.

«Siamo particolarmente soddisfatti di questa collaborazione – ha spiegato Monica Santini, amministratore delegato dell’azienda di Lallio – ed essere scelti da un istituto autorevole come Banca Mediolanum testimonia la credibilità che la Granfondo Stelvio Santini ha saputo ritagliarsi in questi sei anni».

I numeri della granfondo

Poi, tutti in griglia: la corsa prevede tre percorsi, tutti caratterizzati da una peculiarità pressoché unica nel panorama delle granfondo. Non si tratta di percorsi point to point (come di solito accade nelle granfondo), bensì di una vera e propria “tappa” da Giro d’Italia, con sede di partenza e di arrivo diverse. Il via viene dato a Bormio e il traguardo è posto ai 2758 metri del Passo dello Stelvio. In mezzo, le tre diverse possibilità, a discrezione di ciascun ciclista, in modo che chiunque abbia la possibilità di vivere una grande giornata a pedali: il percorso corto, 60 km per 1950 m di salita (Bormio – Sondalo – Bormio – Stelvio); il percorso medio, 137.9 km, 3158m di salita (Bormio – Teglio – Bormio – Stelvio); e, infine, il percorso lungo 151.3 km, 4178 m di salita (Bormio – Teglio – Mortirolo – Bormio – Stelvio).

Foto