+39 035 346525 / +39 035 4534134 info@cometapress.it

La Coppa del mondo di arrampicata su ghiaccio di Corvara domenica ha visto due volti nuovi in cima al podio. In un’emozionante finale della gara di difficoltà hanno prevalso lo sloveno Janez Svoljšak e la coreana Han Na Rai Song.

31 gennaio 2016 – Corvara in Val Passiria (BZ) – Sotto la pioggia battente gli uomini si sono sfidati in un entusiasmante duello per il primo posto di questa tappa di Coppa del mondo, che, a sorpresa, non si è svolto tra il campione del mondo russo Maxim Tomilov e il vicecampione Hee Yong Park (Corea), bensì tra due talenti emergenti, lo sloveno Janez Svoljšak e lo svizzero Yannick Glatthard. Alla fine ha prevalso Svoljšak, l’unico partecipante a riuscire a raggiungere la vetta e quindi a completare l’esigente tracciato.

Per il 22enne non si è trattato solo della prima vittoria in Coppa del mondo: con la sua prestazione ha vinto anche il titolo di campione europeo, conferito nell’ambito della tappa altoatesina. Nella classifica valida per la Coppa del mondo Park si è qualificato terzo, mentre il russo Alexey Tomilov si è aggiudicato il bronzo dei Campionati europei. La classifica di Coppa del mondo di difficoltà ora vede al primo posto Maxim Tomilov, che ha concluso al quinto posto a Corvara.

Rainer in finale perde la presa
La medaglia d’oro femminile è andata a Han Na Rai Song. La coreana, anche lei l’unica finalista a completare il tracciato, in una finale di alta classe ha superato la svizzera Petra Klingler e la russa Maryam Filippova. La Klingler è riuscita ad aggiudicarsi il titolo europeo davanti alla Filippova e a Ekaterina Vlasova (Russia). La meranese Angelika Rainer, tre volte campionessa mondiale, nelle finali ha rischiato tutto ma purtroppo è scivolata da una presa e si è dovuta accontentare del quinto posto nella gara di Coppa del mondo e del quarto nel Campionato europeo.

La classifica di Coppa del mondo è guidata dalla russa Maria Tolokonina, posizione che aveva in tasca già prima della gara di Corvara che, dopo tre vittorie, ha concluso all’ottavo posto.

La Russia primeggia nella disciplina speed
La prova di velocità consiste nel superare sulla torre di ghiaccio 15 metri in orizzontale nel minor tempo possibile. In questa specialità i russi sono una categoria a sé, e lo hanno confermato. Per gli uomini, sabato il più veloce è stato Radomir Proshchenko con un tempo di 8,29 secondi che gli ha regalato il suo primo oro in Coppa del mondo, seguito da i suoi compatrioti Egor Trapeznikov (8,77) e Pavel Batushev (8,97). Il migliore atleta non russo è stato l’iraniano Mohammadreza Safdarian Korouyeh (9,42). Maxim Tomilov, vincitore della Coppa del mondo di questa disciplina, si è dovuto accontentare del 13° posto.

Anche nella categoria femminile sul podio sono salite tre arrampicatrici russe. Al primo posto Maria Tolokonina (11,44), che vincendo tre tappe su quattro in questa specialità si accaparra anche la classifica di Coppa del mondo. Al secondo posto si è affermata Ekaterina Koshcheeva (12,66), al terzo Maryam Filippova (12,96). La Proshchenko e la Tolokonina si sono aggiudicate il titolo di campionesse europee di questa specialità, conferito nell’ambito della Coppa del mondo di Corvara.

Dopo la Coppa del Mondo si disputano i Campionati Mondiali Giovanili
Anche quest’anno la Coppa del mondo di Corvara è stato un successo travolgente. Ma gli organizzatori attorno a Reinhard Graf ancora non possono riposare sugli allori. Infatti, questa settimana, da venerdì 5 a domenica 7 febbraio si disputano i Campionati Mondiali Giovanili delle categorie Under 22, 19 e 16.

PODIO MASCHILE LEAD

1) Janez Svoljsak SLO
2) Yannick Glattard SUI
3) Hee Yong Park KOR

PODIO FEMMINILE LEAD

1) Han Na Rai Song KOR
2) Petra Kingler SUI
3) Maryam Filippova RUS

PODIO MASCHILE SPEED

1) Radomir Proshchenko RUS
2) Egor Trapeznikov RUS
3) Pavel Batushev RUS

PODIO FEMMINILE SPEED

1) Maria Tolkonina RUS
2) Ekaterina Koshcheeva RUS
3) Maryami Filippova RUS

Foto

Classifica